Eccellenza 2019/2020, la Folgore Rubiera ci sarà. Fabrizio Tagliavini è il direttore sportivo pro tempore: “Non escludo un cambio di denominazione, ma la Prima squadra continuerà comunque a giocare le partite casalinghe allo stadio Valeriani. A livello di mercato, gli obiettivi primari sono quelli di confermare l’attuale staff tecnico e gran parte dell’organico. Inoltre, nei prossimi giorni renderemo noto l’organigramma completo: Angelo Ricchetti non sarà più presidente, ma resterà in qualità di consigliere”. Confermata anche l’iscrizione al campionato Juniores regionale, mentre si profilano novità a livello giovanile: “E’ allo studio un accordo tra società indipendenti, per un vivaio che coinvolga pure i tesserati di San Faustino e Bilbagno”

tagliavini 22

Fabrizio Tagliavini

La Folgore Rubiera parteciperà regolarmente al campionato di Eccellenza 2019/2020: ora la notizia ha i crismi dell’ufficialità, e mette a tacere in modo definitivo la ridda di voci che si è susseguita a ritmo serrato durante le ultime settimane. A confermare il tutto è Fabrizio Tagliavini: “Ieri sera si è svolto un incontro con società, tecnici e giocatori – spiega il dirigente biancorossoblù – In tale occasione, abbiamo esposto quelle che saranno le linee-guida in vista della prossima annata agonistica. Il punto fermo è rappresentato dall’iscrizione alla prossima Eccellenza, e la Prima squadra giocherà le partite casalinghe nella consueta cornice dello stadio “Valeriani”: in più, continueremo a essere presenti anche nel campionato Juniores regionale”.

Detto questo, Tagliavini procede quindi a illustrare quelle che saranno le novità: “Nei prossimi giorni renderemo noto il nuovo organigramma societario, che attualmente è in via di completamento. Posso anticipare che Angelo Ricchetti lascerà il ruolo di presidente: sono però lieto di annunciare che lui rimarrà comunque all’interno del club in qualità di consigliere, continuando così a dare un prezioso e qualificato supporto al nostro lavoro. Al momento, io ho la funzione di direttore sportivo pro tempore – rimarca Tagliavini – Non so se rivestirò questa funzione anche in futuro: intanto, adesso sono stato incaricato dalla società di costruire gli organici che affronteranno i futuri campionati di Eccellenza e Juniores regionale”.

Continua a leggere

Torneo Cavazzoli, domani si chiude la fase preliminare. Folgore Rubiera di scena al “Valeriani”: i biancorossoblù hanno gli ottavi di finale già in tasca, ma bisogna battere la Fidentina per ottenere il 1° posto nel girone. Capitan Blotta: “Nelle prime due gare abbiamo incontrato momenti difficili, ma siamo sempre riusciti a risolvere i problemi puntando in modo rilevante sulla nostra formidabile unità di intenti. Il nostro organico ha i numeri per arrivare lontano, ma bisogna pensare a una partita per volta. Il duello di domani rappresenta una vera prova di maturità, contro una squadra al nostro stesso livello: dovremo farci trovare pronti in ogni minimo dettaglio”

Folgore Juniores Cavazzoli

Foto di gruppo per la Folgore Rubiera Juniores di mister Marco Ognibene, attualmente impegnata nel 38° Torneo “Aldo Cavazzoli”

La Folgore Rubiera Juniores sta per giungere al termine del proprio percorso nella prima fase: parliamo ovviamente del 38° Torneo “Aldo Cavazzoli”, che domani sera 21 maggio manderà in archivio il programma del girone A. Per la seconda volta consecutiva, i biancorossoblù saranno impegnati sul terreno amico del “Valeriani”: a partire dalle ore 21, la compagine allenata da Marco Ognibene affronterà i pari età della Fidentina. Dal punto di vista della qualificazione, i giochi sono già fatti: entrambe le contendenti hanno infatti guadagnato la certezza matematica di accedere agli ottavi di finale, estromettendo le pur volenterose Sporting Cavriago e Virtus Libertas. Tuttavia, il confronto tra rubieresi e borghigiani avrà comunque un valore di assoluto rilievo: in palio c’è infatti l’assegnazione del primo posto nel raggruppamento, un traguardo che senza dubbio darebbe ancora più slancio alle ambizioni della Folgore.

Per ottenere il primato nel girone A, i nostri beniamini dovranno necessariamente vincere: un segno X non sarebbe sufficiente, perchè in caso di parità la Fidentina verrebbe premiata grazie alla migliore differenza reti (+4, mentre la Folgore è a +3).

BLOTTA SIMONE

Simone Blotta

“Di certo siamo partiti con un forte e ragionevole ottimismo, ma senza fare troppi proclami – osserva Simone Blotta, difensore nonchè capitano della Folgore Juniores di scena al “Cavazzoli” – Più nello specifico, siamo pienamente consapevoli delle buone potenzialità che ci caratterizzano come squadra. D’altro canto abbiamo una rosa che presenta un miscuglio tra giocatori Juniores e innesti dalla Prima squadra: di conseguenza siamo di fatto un organico nuovo, che si trova a dover collaudare e perfezionare i propri meccanismi di gioco nel giro di poco tempo. Comunque sia, fin qui il nostro bilancio è decisamente positivo – rimarca Blotta – Al di là della classifica che ci vede a punteggio pieno, per ora stiamo dando prova di avere sviluppato un consistente spirito di squadra. Come il nostro mister Ognibene ha adeguatamente sottolineato, sul piano del gioco potevamo fare meglio: sia con lo Sporting Cavriago, sia contro la Virtus Libertas. Pur affrontando squadre di livello provinciale, e quindi di un gradino inferiore rispetto a noi, i momenti di difficoltà non sono affatto mancati: in compenso siamo stati capaci di risolvere ogni problema puntando molto sull’unità d’intenti della squadra, e senza mai peccare di supponenza”.

Continua a leggere

Torneo Cavazzoli, la Folgore Rubiera Juniores vola agli ottavi con una giornata di anticipo. I biancorossoblù si impongono anche nella sfida casalinga contro la Virtus Libertas: in gol Alex Corradini e Niccolò Vena. Mister Ognibene: “Bene per la qualificazione, ma adesso non possiamo certo giocare ad accontentarci. Nonostante questa doppia vittoria, possiamo e dobbiamo fare di più: sia sul piano del gioco, sia per quanto riguarda la collaborazione tra vari reparti. Martedì prossimo ospiteremo la Fidentina, nella sfida che metterà in palio il 1° posto all’interno del girone A: sarà una tangibile e utile occasione per migliorare”

VENA NICCOLO'

Niccolò Vena, in gol durante la ripresa

FOLGORE RUBIERA – VIRTUS LIBERTAS

2 – 1

RETI: Corradini (F), Vena (F), Boukal (V).
FOLGORE RUBIERA: Burani, Blotta, Ferrari, Bassoli, Serpetti (Merendino), D’Ambrosio, Di Mattia, Parenti (Bonini), Corradini, Chiossi (Vena), Dosso (Melli). A disp.: Oleari, Tarsia, Piredda, Corcione. Allenatore: Marco Ognibene.
VIRTUS LIBERTAS: Foderaro, Boughlal (Palladini), Bucci (Falbo), Garà, Costi, Pellicciari, Alaa (Ierardi), Gialdi (De Pillo), Del Prete (Caffarri), Boukal, Amrani. A disp.: Scialdone, Massaro, Toschi, Sassi. Allenatore: Patrick Veneselli.
ARBITRO: Valentino.
NOTE: ammonito Boukal (V), espulso Foderaro (V).

Continua a leggere

Folgore Rubiera Juniores, l’agenda del Torneo Cavazzoli: si parte il 7 maggio sul campo dello Sporting Cavriago, poi due gare al “Valeriani”

Cena Rubiera - foto di gruppo Juniores

L’entusiasmo della Folgore Rubiera Juniores

La Folgore Rubiera Juniores sta lavorando a pieno ritmo per mettersi in luce nel 38° Torneo “Aldo Cavazzoli”: la competizione, che per la categoria rappresenta un vero e proprio secondo campionato, è allestita come sempre dalla Asd Falkgalileo. Gli organizzatori hanno reso noto il calendario completo degli incontri in programma: come è noto la prima fase si articola sulla disputa di gironi preliminari, composti da 4 squadre ciascuno. I biancorossoblù sono stati inseriti nel gruppo A, e l’esordio è previsto per martedì prossimo 7 maggio: nell’occasione i nostri beniamini saranno al Parco dello Sport di Cavriago, per affrontare i padroni di casa targati Sporting. Il secondo impegno arriverà invece 7 giorni dopo: martedì 14 i riflettori si sposteranno al “Valeriani”, per il duello casalingo contro la Virtus Libertas. Folgore in campo anche martedì 21, di nuovo al “Valeriani”: nella terza partita del raggruppamento, la formazione di mister Marco Ognibene sarà opposta alla Fidentina.

marco-ognibene

Mister Marco Ognibene

Tutte queste partite avranno inizio alle ore 21, e si tratta di gare di sola andata: la qualificazione agli ottavi di finale sarà assegnata soltanto alle due squadre meglio piazzate. Il 28 maggio, la squadra che otterrà il 1° posto nel girone A giocherà al “Poggio” di Albinea contro la seconda del gruppo C (Bibbiano San Polo, Sant’Ilario, Masone o Vezzano). La seconda forza del tabellone A sarà invece impegnata al “Comunale” di Sant’Ilario d’Enza, contro la dominatrice del girone G (Reggio Audace, Celtic Boys Pratina, Langhiranese o Scandianese).

Continua a leggere

Allievi, il Memorial Gustavo Zini parla brianzolo per la prima volta nella propria storia: il gol di Ranzetti ai supplementari sancisce il successo del Monza, che piega il Pisa dopo un’intensa finale risolta soltanto ai supplementari. Il tecnico biancorosso Farina: “Ciascuno dei nostri ragazzi ha avuto un ruolo basilare nel raggiungere quest’affermazione”. Il tecnico toscano Paffi: “Mai come quest’anno, entrambe le finaliste avrebbero meritato di vincere”. Unanimi le congratulazioni nei confronti di Us Rubierese, che ha organizzato questa 33esima edizione

Zini Monza 1 class

Foto di gruppo per il Monza, vincitore del 33° Memorial “Gustavo Zini”

PISA – MONZA 0 – 1
(dopo due tempi supplementari)
RETE: 6’sts Ranzetti.
PISA: Silvestri, Fischer, Tammaro, Nigi (dal 7’sts Pinna), Pierucci (dal 2’st Penco), Liberati, Carelli (dal 31’st Cannas), Panattoni, Gargini, Petrini (dal 18’st Vannozzi), Fagni. A disp.: Barsotti, Macchi, Tramacere. Allenatore: Gabriele Paffi.
MONZA: Bozzato, Gerosa, Perego, Noviello (dal 35’st Donati Sarti), Sala (dall’ 11’st Kritta), Sacchini, Caizza, Caronni (dal 6’st Ranzetti), Polloni (dal 15’st Folla), Pioloco (dal 28’st Prinelli), Colferai (dal 1’st Dilernia). A disp.: Consiglio. Allenatore: Francesco Farina.
ARBITRO: Mozzillo di Reggio Emilia (assistenti Rigonat e Montagna).
NOTE: spettatori 250 circa. Ammoniti Liberati e Petrini (P), Gerosa (M).

Continua a leggere

Memorial Gustavo Zini, giro d’orizzonte sulle prime quattro partite: la Rubierese cede con onore contro il Carpi, mentre il Monza piega la Reggio Audace soltanto ai rigori. Buon esordio per Bologna e Rimini. Il punto di Lanfranco Borghi: “Intravedo tutte le prospettive per vivere un’altra edizione davvero memorabile. Inoltre il manto erboso del Valeriani è sempre perfetto, e si tratta di un ulteriore valore aggiunto che noi riusciamo a offrire”. La fase preliminare si chiuderà sabato: a Pasqua le semifinali, lunedì l’atto conclusivo

Zini Memorial 33E’ in pieno svolgimento allo stadio “Valeriani” la 33esima edizione del Memorial “Gustavo Zini”. La celebre competizione calcistica, di carattere nazionale, è organizzata dall’Unione Sportiva Rubierese: il tutto con il patrocinio di Amministrazione Comunale e Figc. L’appuntamento è ormai un vero e proprio classico del periodo pasquale: anche l’edizione di quest’anno vede la partecipazione di 12 squadre, tutte appartenenti alla categoria Allievi classe 2002.

I PRIMI RISULTATI. Nelle serate di martedì 16 e mercoledì 17 aprile, si sono disputati i primi quattro confronti in programma. Per quanto riguarda il girone A, il Carpi ha prevalso sulla Rubierese con il punteggio di 3-0: i biancorossi di casa hanno comunque messo in campo una consistente dose di grinta e buona volontà, e sul piano del gioco sono comunque riusciti a reggere egregiamente il confronto con i titolati avversari. Nel girone B, il Bologna ha dettato legge sul Mantova con il punteggio di 0-1: la sfida del gruppo C è stata invece caratterizzata dal successo per 3-2 del Rimini sul Modena. Per quanto riguarda il tabellone D, il duello tra Monza e Reggio Audace è terminato sull’1-1: come da regolamento si è quindi proceduto a calciare una serie di rigori, per determinare la divisione della posta in palio. Nella sequenza dagli 11 metri, i brianzoli hanno avuto la meglio per 4-3: di conseguenza il Monza ha ottenuto 2 punti in classifica, mentre i granata soltanto 1.

Queste dunque le attuali classifiche. Girone A: Carpi 3 punti; Rubierese e Cremonese 0. Girone B: Bologna 3 punti; Mantova e Pisa 0. Girone C: Rimini 3 punti; Modena ed Hellas Verona 0. Girone D: Monza 2 punti; Reggio Audace 1; Pescara 0.

Continua a leggere

Folgore Juniores, la trasferta di sabato prossimo contro la cenerentola Pavullo è il primo impegno ufficiale del 2019. Il portiere rubierese Lorenzo Loschi: “Fin qui abbiamo dimostrato di avere chiare e consistenti potenzialità, ma troppe volte ci capita di perdere la bussola sul piano della concentrazione. Anche se saremo ancora privi di Paterlini, abbiamo i numeri necessari per piazzare il blitz in terra frignanese: d’altro canto la sfida che ci attende rappresenta anche una precisa prova di maturità, da superare senza tentennamenti. Per continuare a meritarci l’alta classifica, bisognerà innanzitutto evitare ogni possibile forma di supponenza”

LOSCHI

Lorenzo Loschi, portiere della Folgore Rubiera Juniores

La Folgore Juniores viaggia a grandi passi verso il primo impegno ufficiale del 2019. Sabato prossimo il girone C del campionato regionale riprenderà dopo la sosta natalizia: a partire dalle ore 15, la formazione allenata da Marco Ognibene sarà impegnata al “Minelli” di Pavullo nel Frignano contro i padroni di casa modenesi. La compagine appenninica è l’attuale cenerentola del raggruppamento, mentre la Folgore occupa la seconda piazza e proviene da 2 vittorie nelle ultime 3 gare. Peraltro i nostri beniamini si sono congedati dal 2018 cogliendo un’affermazione interna molto significativa: il 15 dicembre scorso, la San Michelese ha infatti pagato dazio al “Valeriani” con il punteggio di 2-1. Dicorso opposto per i frignanesi, che provengono dai severi stop sui campi di Casalgrandese (3-0) e Fiorano (2-0).

“D’altro canto, sappiamo molto bene di non essere affatto nella condizione di dormire sugli allori – evidenzia il portiere biancorossoblù Lorenzo Loschi Innanzitutto, ci troveremo confrontati con un’avversaria a dir poco assetata di punti: inoltre si tratta di una trasferta decisamente lunga sotto l’aspetto chilometrico, e anche questo aspetto potrà avere il suo peso”.

Continua a leggere

Eccellenza, tempo di cambiamenti alla Folgore Rubiera. Fabrizio Tagliavini: “Resto all’interno della società come socio, sostenitore e tifoso, ma lascio la carica di direttore sportivo”. Il suo successore è Alessandro Melli, coadiuvato dal team manager Alessandro Mattioli e dal collaboratore Nicola Valentini: il terzetto è già operativo. Il nuovo diesse: “Felice di raccogliere questa sfida gratificante e motivante. Nel costruire la squadra del futuro, il primo passo sarà quello di parlare con i giocatori dell’attuale organico e con il presente staff tecnico”

image

Fabrizio Tagliavini, ex direttore sportivo della Folgore Rubiera

Cambiamenti di rilievo alla Folgore Rubiera. Fabrizio Tagliavini lascia la carica di direttore sportivo, e le sue dimissioni sono già operative: al suo posto arriva Alessandro Melli, che fino allo scorso novembre ha rivestito lo stesso ruolo nelle file della Casalgrandese​. Durante la sua nuova esperienza rubierese, Melli sarà coadiuvato da due preziosi collaboratori: si tratta di Alessandro Mattioli, che resta team manager, e di Nicola Valentini, conosciuto nell’ambito della Folgore per essere stato il vice di mister Semeraro fino alla primavera 2016.

“In seguito alla decisione che ho preso, sono necessarie alcune doverose precisazioni – spiega Fabrizio Tagliavini – Innanzitutto, ci tengo a precisare che io non andrò a collaborare con nessun altra società: resterò convintamente e con entusiasmo all’interno della Folgore Rubiera, sia in qualità di socio sia nelle vesti di sponsor. Continuerò inoltre a partecipare a quella che è la vita della squadra, seguendo le partite e partecipando ai momenti conviviali come le nostre cene settimanali”.
E allora, quali sono le motivazioni che hanno determinato la tua scelta?
“A livello personale, devo ammettere che gli stimoli per ricoprire cariche esecutive mi sono un po’ calati: dopo tanti anni in prima linea all’interno di questo sport, è quasi naturale accusare una flessione in termini di motivazioni. Inoltre, bisogna ammettere un dato numerico e anagrafico: buona parte dei dirigenti del nostro club ha un’età che inizia con il numero 6, e dunque ritengo che sia necessario iniziare ad attuare uno “svecchiamento” generale della società. Perchè ciò avvenga, è necessario che figure più giovani possano avvicinarsi alla Folgore per assumere ruoli operativi con passione ed entusiasmo: proprio come hanno fatto Melli, Valentini e due anni fa Mattioli”.

Continua a leggere