Folgore Juniores, la trasferta di sabato prossimo contro la cenerentola Pavullo è il primo impegno ufficiale del 2019. Il portiere rubierese Lorenzo Loschi: “Fin qui abbiamo dimostrato di avere chiare e consistenti potenzialità, ma troppe volte ci capita di perdere la bussola sul piano della concentrazione. Anche se saremo ancora privi di Paterlini, abbiamo i numeri necessari per piazzare il blitz in terra frignanese: d’altro canto la sfida che ci attende rappresenta anche una precisa prova di maturità, da superare senza tentennamenti. Per continuare a meritarci l’alta classifica, bisognerà innanzitutto evitare ogni possibile forma di supponenza”

LOSCHI

Lorenzo Loschi, portiere della Folgore Rubiera Juniores

La Folgore Juniores viaggia a grandi passi verso il primo impegno ufficiale del 2019. Sabato prossimo il girone C del campionato regionale riprenderà dopo la sosta natalizia: a partire dalle ore 15, la formazione allenata da Marco Ognibene sarà impegnata al “Minelli” di Pavullo nel Frignano contro i padroni di casa modenesi. La compagine appenninica è l’attuale cenerentola del raggruppamento, mentre la Folgore occupa la seconda piazza e proviene da 2 vittorie nelle ultime 3 gare. Peraltro i nostri beniamini si sono congedati dal 2018 cogliendo un’affermazione interna molto significativa: il 15 dicembre scorso, la San Michelese ha infatti pagato dazio al “Valeriani” con il punteggio di 2-1. Dicorso opposto per i frignanesi, che provengono dai severi stop sui campi di Casalgrandese (3-0) e Fiorano (2-0).

“D’altro canto, sappiamo molto bene di non essere affatto nella condizione di dormire sugli allori – evidenzia il portiere biancorossoblù Lorenzo Loschi Innanzitutto, ci troveremo confrontati con un’avversaria a dir poco assetata di punti: inoltre si tratta di una trasferta decisamente lunga sotto l’aspetto chilometrico, e anche questo aspetto potrà avere il suo peso”.

Continua a leggere

Annunci

Eccellenza, tempo di cambiamenti alla Folgore Rubiera. Fabrizio Tagliavini: “Resto all’interno della società come socio, sostenitore e tifoso, ma lascio la carica di direttore sportivo”. Il suo successore è Alessandro Melli, coadiuvato dal team manager Alessandro Mattioli e dal collaboratore Nicola Valentini: il terzetto è già operativo. Il nuovo diesse: “Felice di raccogliere questa sfida gratificante e motivante. Nel costruire la squadra del futuro, il primo passo sarà quello di parlare con i giocatori dell’attuale organico e con il presente staff tecnico”

image

Fabrizio Tagliavini, ex direttore sportivo della Folgore Rubiera

Cambiamenti di rilievo alla Folgore Rubiera. Fabrizio Tagliavini lascia la carica di direttore sportivo, e le sue dimissioni sono già operative: al suo posto arriva Alessandro Melli, che fino allo scorso novembre ha rivestito lo stesso ruolo nelle file della Casalgrandese​. Durante la sua nuova esperienza rubierese, Melli sarà coadiuvato da due preziosi collaboratori: si tratta di Alessandro Mattioli, che resta team manager, e di Nicola Valentini, conosciuto nell’ambito della Folgore per essere stato il vice di mister Semeraro fino alla primavera 2016.

“In seguito alla decisione che ho preso, sono necessarie alcune doverose precisazioni – spiega Fabrizio Tagliavini – Innanzitutto, ci tengo a precisare che io non andrò a collaborare con nessun altra società: resterò convintamente e con entusiasmo all’interno della Folgore Rubiera, sia in qualità di socio sia nelle vesti di sponsor. Continuerò inoltre a partecipare a quella che è la vita della squadra, seguendo le partite e partecipando ai momenti conviviali come le nostre cene settimanali”.
E allora, quali sono le motivazioni che hanno determinato la tua scelta?
“A livello personale, devo ammettere che gli stimoli per ricoprire cariche esecutive mi sono un po’ calati: dopo tanti anni in prima linea all’interno di questo sport, è quasi naturale accusare una flessione in termini di motivazioni. Inoltre, bisogna ammettere un dato numerico e anagrafico: buona parte dei dirigenti del nostro club ha un’età che inizia con il numero 6, e dunque ritengo che sia necessario iniziare ad attuare uno “svecchiamento” generale della società. Perchè ciò avvenga, è necessario che figure più giovani possano avvicinarsi alla Folgore per assumere ruoli operativi con passione ed entusiasmo: proprio come hanno fatto Melli, Valentini e due anni fa Mattioli”.

Continua a leggere

Prima squadra, il diesse Tagliavini annuncia due movimenti in uscita: “In bocca al lupo e il più cordiale arrivederci a Sekyere e Amdouni”

SEKYERE James

James Sekyere, ceduto in prestito al Castellarano

Novità nell’universo della Prima squadra: il diesse Fabrizio Tagliavini annuncia due movimenti di mercato in uscita. “A partire da domani, James Sekyere vestirà la maglia del Castellarano – annuncia il direttore sportivo della Folgore Rubiera – Nella fattispecie il centrocampista è stato ceduto al club azulgrana con la formula del prestito, e rimarrà là fino al termine dell’annata agonistica. Stasera James sarà ancora a Rubiera, per salutare tutta la squadra: poi per lui avrà ufficialmente inizio l’esperienza in Promozione, nelle file dell’organico guidato da Pivetti. L’altra notizia riguarda invece Osema Amdouni: il difensore è stato trasferito all’Us Rubierese, con cui disputerà il campionato di Prima categoria. Anche qui si tratta di una cessione in prestito, che tuttavia dovrebbe avere un orizzonte temporale più breve rispetto a James: è infatti previsto che Osema resti alla Rubierese fino a dicembre, per poi tornare nei ranghi della Folgore all’inizio del 2018″.

osema-amdouni

Osema Amdouni approda all’Us Rubierese

“In questa occasione – sottolinea Tagliavini – ringrazio entrambi per il grandissimo impegno profuso all’interno del nostro team: a Sekyere e ad Amdouni va inoltre il migliore “in bocca al lupo”, unito al più cordiale arrivederci”.  
Intanto continua la preparazione dell’organico di mister Vacondio al big match di domenica prossima: a partire dalle ore 15.30, al “Valeriani” arriverà la Rosselli Mutina per il terzo turno di Eccellenza.

Signore e signori… su il sipario sulla Folgore Rubiera Juniores! Una rosa di 25 giocatori, al lavoro dal 21 agosto

Paolo Mozzini

Paolo Mozzini, nuovo allenatore della nostra Juniores

La nuova Folgore Rubiera Juniores è finalmente realtà: la rosa per la stagione 2017/2018 è stata definita per intero, e si tratta dell’organico che affronterà il prossimo campionato regionale Figc. Come era prevedibile, siamo di fronte a una compagine che segna una forte discontinuità con la passata stagione: di fatto gli unici confermati sono Daniele Acito e Zakaria Amrani, mentre tutti gli altri rappresentano volti nuovi o in molti casi “seminuovi”. Già, perchè buona parte della squadra proviene dai nostri “vicini di casa” dell’Unione Sportiva Rubierese: ben 17 giocatori su 25 hanno disputato il torneo Allievi regionali con la casacca biancorossa, e ora ad attenderli c’è questa nuova esperienza nelle file della Folgore. Previsioni rispettate pure per quel che riguarda le età: tutti gli effettivi a disposizione sono nati nel 1999 o nel 2000, e nel gruppo non figura nessun classe ’98.

 
daniele-acito

Daniele Acito

Portieri: Enea Cibiroli (classe 2000 – dalla Rubierese Allievi), Samuele Gobbi (2000 – dalla Quattro Ville Modena), Lorenzo Loschi (2000 – dalla Rubierese Allievi).

Difensori: Ilyas Afzaz (2000 – dalla Rubierese Allievi), Loey Amdouni (2000 – dalla Rubierese Allievi), Mirco Barigazzi (2000 – dalla Rubierese Allievi), Nicolò Belli (2000 – dalla Rubierese Allievi), Matteo Lugari (2000 – dalla Rubierese Allievi), Marco Mattioli (2000 – dalla Reggio Calcio), Filippo Paterlini (2000 – dalla Reggiana Settore giovanile), Samuele Serpetti (2000 – dalla Rubierese Allievi), Edmilson Veloso e Veloso (2000 – dalla Rubierese Allievi).
Centrocampisti: Daniele Acito (1999 – confermato), Roberto Martini (2000 – dalla Rubierese Allievi), Mirko Mora (2000 – dalla Rubierese Allievi), Gaetano Lorenz Pagano (2000 – dalla Rubierese Allievi), Giacomo Parenti (2000 – dalla Rubierese Allievi), Davide Monelli (2000 – dal San Faustino), Gabriele Romoli (2000 – dal San Faustino), Giacomo Romoli (2000 – dal San Faustino).
Attaccanti: Zakaria Amrani (1999 – confermato), Joshua Annang (2000 – dalla Rubierese Allievi), Alex Corradini Gobbi (2000 – dalla Rubierese Allievi), Lorenzo Durantini (2000 – dalla Rubierese Allievi), Federico Sassi (2000 – dalla Rubierese Allievi).
Allenatore: Paolo Mozzini (nuovo).

Continua a leggere

Prima squadra, il nuovo arrivato Prince Bruce sprizza ottimismo: “Sono qui con l’obiettivo di vincere, abbiamo tutto quel che serve per primeggiare nella prossima Eccellenza. A livello personale, punto a fare un’esperienza formativa: questa Folgore è ricca di talenti, e lavorando con loro potrò senz’altro migliorare”


Prince Bruce per sito“Lungi da me l’intenzione di nascondermi dietro a mezze parole: sono qui per vincere,. So bene che sarà dura, ma la squadra ha tutte le carte in regola per provare a primeggiare nel prossimo campionato di Eccellenza”.
Il nuovo arrivato Prince Bruce (nella foto) ha già le idee molto chiare, ma la sua sicurezza non va certo presa per arroganza: a livello personale, infatti, il promettente centrocampista classe 2000 punta a costruire una stagione all’insegna della crescita. “Il mio ottimismo nei confronti di questa Folgore Rubiera è massimo – prosegue il giocatore di origine africana – Il valore degli elementi che la compongono è sotto gli occhi di tutti, senza poi dimenticare l’esperta e preziosa guida di mister Vacondio. Per quanto invece riguarda me, so di avere margini di miglioramento: punto quindi a fare una bella esperienza in Prima squadra, per affinare ulteriormente il modo che ho di esprimermi in campo”. 

Continua a leggere

Folgore Juniores, il nuovo timoniere Paolo Mozzini: “La squadra vivrà un vero e proprio anno zero. Nel campionato regionale punteremo innanzitutto a una tranquilla salvezza: tuttavia, l’obiettivo di base sarà quello di lanciare il maggior numero possibile di ragazzi in Prima squadra. Avremo un gruppo con moltissimi giocatori di Rubiera e zone limitrofe, ma pensiamo di assicurarci tre rinforzi dall’esterno”. Sul suo modo di lavorare: “Pretendo fermezza e disciplina, ma in compenso so sempre garantire un morale molto alto”

Paolo MozziniCome annunciato nei giorni scorsi, la Folgore Rubiera Juniores ha un nuovo timoniere: la nostra formazione si presenterà di nuovo al via del campionato Figc regionale, e ad allenarla ci sarà il 41enne tecnico Paolo Mozzini (foto qui a sinistra). “Nella mia famiglia ho respirato l’ambiente del calcio fin da bambino, anche perchè posso definirmi “figlio d’arte” – spiega il nuovo mister rubierese – Mio padre è infatti Roberto Mozzini, che per anni è stato difensore in serie A vestendo le maglie di Torino, Inter e Bologna”.
Tuttavia, Paolo, anche il tuo percorso calcistico si presenta decisamente ricco…
“I primi calci al pallone li ho tirati da bambino, nelle file dell’Atletico Santa Croce: all’età di 12 anni sono poi passato alla Reggiana, con cui ho svolto tutta la trafila fino ad approdare alla Prima squadra. Sono rimasto in granata fino al 1997, arrivando fino alla serie A: un periodo lungo contraddistinto da una sola parentesi a Carpi, con cui ho giocato nell’allora serie C1 durante la primavera del 1994”.

Continua a leggere

Folgore, annullata l’amichevole con la Reggiana: venerdì sera test al “Valeriani” contro la Rubierese. Judmir Hoxha: “Anche se abbiamo conquistato gli spareggi con largo anticipo, nei play off non peccheremo affatto di rilassatezza. Io fin qui sono contento, peccato solo per non aver raggiunto quota 10 gol: cercherò di rimediare contro il Sasso Marconi…”

judmir-hoxhaLa prima squadra della Folgore Rubiera prosegue il proprio cammino verso i play off per la promozione in serie D: intanto, c’è da registrare una variazione per quanto riguarda l’agenda dei nostri beniamini. Il test contro la Reggiana previsto per domani a Rubiera è stato purtroppo annullato: in compenso venerdì sera (ore 20.30) il “Valeriani” ospiterà un’amichevole quasi “in famiglia” contro la Rubierese. Tra l’altro, di recente la formazione di Tirelli ha vinto i play off di Seconda Categoria: le speranze di salire in Prima non mancano, ma per l’ufficialità bisognerà attendere fino a luglio.
Per quel che riguarda la Folgore, Judmir Hoxha (nella foto) analizza la stagione senza nutrire alcun rimpianto: “Credo che il secondo posto sia il massimo a cui potessimo aspirare – spiega l’attaccante di origine albanese – La qualità del lavoro che abbiamo svolto è sotto gli occhi di tutti, e non a caso abbiamo saputo tenere sotto scacco perfino la fuoriserie Carpaneto: ad ogni modo i piacentini hanno legittimato la promozione diretta, rivelandosi autentici dominatori del campionato”.

Continua a leggere

Memorial Gustavo Zini, il Sassuolo si impone per il secondo anno consecutivo. Matteo Lugari miglior giocatore della Rubierese

20120522_033848SASSUOLO – PARMA 3 – 1

RETI: 15’pt Leporati (S), 5’st Mattioli (S), 27’st Dema (P), 32’st Mattioli (S).

SASSUOLO: Vitale, Caminati (dal 28’st Di Mattia), D’Alessio, Artioli, Leporati, Boschetti (dal 28’st La Rosa), Nucci (dal 20’st Licka), Shiba (dal 20’st Notari), Mattioli, Riccardi (dal 15’st Iodice), Comisso (dal 20’st Martini). A disp.: Rubino. All.: Filippo Pensalfini.

PARMA: Buzzi, Togola, Monti (dal 12’st Cugini), Spinelli (dal 1’st Lucarelli), Rocchi, Bisagni (dal 25’st Bocchialini), Camara, Kasa, Ajibola (dal 9’st Dema), Schifano (dal 1’st Govoni), Abou. A disp.: Rinaldi, Omorodion. All.: Giuseppe Cardone.

ARBITRO: Pedroni di Reggio Emilia (assistenti Rigonat e Colangelo di Reggio Emilia).

NOTE: spettatori 500 circa. Ammoniti Shiba e Notari (S), Monti (P). Si è giocato su due tempi da 35 minuti ciascuno.

Nella foto: l’esultanza del Sassuolo durante le premiazioni. Continua a leggere