Juniores, il 2018 termina con un confronto d’alta quota: domani al “Valeriani” c’è la San Michelese. Chiossi: “La compattezza del gruppo è un rilevante punto a nostro favore, ma dobbiamo imparare a gestirci meglio quando siamo in vantaggio”

Cena Rubiera - Chiossi

Il centrocampista Davide Chiossi

Anche la Folgore Rubiera Juniores si appresta a chiudere il 2018 agonistico: prima, però, c’è da affrontare un vero e proprio scontro d’alta quota in programma per domani pomeriggio. A partire dalle ore 15, i biancorossoblù saranno di scena al “Valeriani” per ospitare la San Michelese: il confronto, valevole per la 14esima giornata del campionato regionale, sarà arbitrato dal sig. Paolo Bonacini del Comitato di Reggio Emilia.

Il duello riveste un’importanza a dir poco cruciale nella lotta per i play off: i sassolesi sono infatti al secondo posto con 24 punti, solo uno in più rispetto alla Folgore Rubiera. La formazione allenata da Marco Ognibene ha quindi la ghiotta opportunità di trascorrere il periodo festivo in zona play off, ma Davide Chiossi predica calma. “Il cammino svolto fin qui è stato di ottimo spessore, e credo che i numeri parlino da soli – evidenzia l’attaccante rubierese – La compattezza del gruppo rappresenta senz’altro un rilevante punto a nostro favore, così come i notevoli miglioramenti che siamo stati capaci di compiere da agosto in avanti. Ad ogni modo, ciò non significa affatto che questa Folgore Juniores sia perfetta: in particolare dobbiamo imparare a gestirci meglio quando siamo in vantaggio, e la partita contro la San Michelese rappresenta una buona occasione per compiere un ulteriore passo avanti in tal senso.

“Chi ci ha seguiti fin qui, sa bene qual è stato il nostro approccio psicologico alle varie situazioni – rimarca Chiossi – Spesso, quando ci siamo trovati avanti nel punteggio, abbiamo subìto dei pericolosi cali di concentrazione che poi sono costati davvero cari”.

Continua a leggere

Annunci

E’ online il nuovo numero di “Folgore Rubiera Magazine”!

Rinieri 6Ultimo impegno casalingo del 2018 per la Prima squadra della Folgore Rubiera: dopodomani, a partire dalle ore 14.30, i nostri beniamini affronteranno la San Michelese in occasione del 16° turno di Eccellenza. Torna quindi puntuale l’appuntamento con “Folgore Rubiera Magazine”: la pubblicazione sarà disponibile domenica pomeriggio allo stadio “Valeriani”, ma come sempre qui sul nostro sito è possibile visualizzarne le pagine in anteprima.

Questi dunque i temi dell’ottava uscita stagionale:

  • Il centrocampista biancorossoblù Alex Rinieri (nella foto) racconta la vittoria di Fiorano, e fa il punto della situazione in vista della sfida contro i sassolesi. Mercato: l’organico di mister Semeraro si arricchisce con l’attaccante Kreshnik Zogu
  • Uno sguardo sugli avversari con Enrico Pifferi, direttore tecnico della San Michelese
  • Calendari & numeri del campionato di Eccellenza
  • L’agenda della squadra Juniores
  • Buone Feste dalla Asd Folgore Rubiera!

Tutto questo cliccando qui FOLGORE RUBIERA MAGAZINE N° 8 – DOMENICA 9 DICEMBRE 2018 o recandosi nell’apposita sezione del sito. Buona lettura!

Folgore Rubiera proiettata sul confronto casalingo di domenica: al “Valeriani” arriverà la San Michelese, per una vera classica del campionato di Eccellenza. L’attaccante biancorossoblù Durantini: “Anche se abbiamo otto punti in più rispetto ai prossimi avversari, la classifica non ci permette di elaborare pronostici a nostro favore. I sassolesi stanno vivendo un periodo negativo sul piano dei risultati, e proprio per questo saranno animati da una fortissima sete di punti: è uno stato d’animo che conosciamo bene… Per quanto ci riguarda, nessun segreto o strategia particolare: continueremo sulla strada che stiamo tracciando, con determinazione e grande attenzione anche ai minimi dettagli”. A livello personale: “Bilancio positivo, sono davvero felice per la fiducia che squadra e staff tecnico mi stanno accordando”

Lorenzo Durantini

Lorenzo Durantini

Lorenzo Durantini ha saputo ritagliarsi un ruolo di buon spessore nella vittoria che la Folgore Rubiera ha ottenuto domenica scorsa: il giovane attaccante biancorossoblù ha giocato titolare nel duello sul campo del Fiorano, rimanendo in campo fin quasi al termine della gara. “Lo scorso anno il mio impegno era rivolto essenzialmente alla Folgore Juniores, e questo è ufficialmente il mio primo anno in Eccellenza – spiega il promettente classe 2000 – Adesso la stagione 2018/2019 è quasi giunta a metà strada, e fin qui il bilancio personale non può che essere positivo: mister Semeraro mi sta assegnando molti spazi e grande fiducia. D’altro canto, alla mia età non si può certo pensare di essere “arrivati”: allo stesso modo, non ho la minima intenzione di montarmi la testa per il buon periodo che sto attraversando. So di dover ancora imparare molto, sotto ogni punto di vista: oltre alle indicazioni dello staff tecnico, anche i preziosi consigli dei miei compagni di squadra si stanno rivelando davvero utili per concretizzare quei miglioramenti che rappresentano il mio preciso obiettivo”.

E visto che siamo sull’argomento dei traguardi individuali, viene naturale domandarsi quale sia la meta di Durantini in termini di bottino offensivo: Al momento devo pensare a sbloccarmi in chiave di attacco, cercando di realizzare il mio primo gol in Eccellenza – spiega il diretto interessato – sarebbe una tappa di grandissima importanza nel percorso di crescita di cui parlavo prima, e soprattutto aiuterebbe l’intera Folgore a raccogliere quelle soddisfazioni che ci meritiamo come squadra”.

Continua a leggere

Eccellenza, il reparto offensivo della Folgore Rubiera si arricchisce con Kreshnik Zogu: pur avendo solo 22 anni, si tratta di un giocatore che ha all’attivo numerose esperienze. L’attaccante di origine albanese si sta allenando con la squadra già da ieri: in queste ore verrà perfezionato il tesseramento, e domenica sarà regolarmente a disposizione per il confronto con la San Michelese al “Valeriani”

zogu per sito

Kreshnik “Nik” Zogu in azione con la maglia del Bellaria Igea Marina

Si chiama Kreshnik Zogu, ed è il nuovo acquisto offensivo che la Folgore Rubiera stava cercando in questa sessione di mercato dicembrino. Il classe ’96 si sta allenando già da ieri sera con la squadra di mister Semeraro: il tesseramento verrà perfezionato in queste ore, e potrà quindi dirsi ufficiale. Zogu sarà a disposizione già a partire da domenica prossima, nel duello casalingo che opporrà i nostri beniamini alla San Michelese.

Il nuovo arrivato in casa Folgore (attaccante di origine albanese, dalla potente struttura fisica) ha all’attivo una lunga trafila nel settore giovanile nel Carpi: una traiettoria brillante, che si è conclusa con l’approdo di Zogu nella compagine Primavera del club biancorosso. Tra il 2015 e il 2016 lui ha vestito le casacche di Arzanese (Campania) e Bellaria Igea Marina, entrambi club di grande prestigio che al tempo disputavano la serie D. Di ritorno in Emilia, Zogu ha militato in Eccellenza: prima al San Felice, poi in terra reggiana con il Luzzara. La scorsa estate ha ripreso il proprio percorso sportivo, e fino a pochi giorni fa ha giocato in Prima Categoria nelle file del San Prospero Correggio.

Continua a leggere

Folgore Juniores, sabato la fase di andata si conclude con la sfida interna contro il Fiorano. Filippo Paterlini: “La vittoria di Maranello ha evidenziato i nostri pregi a livello di atteggiamento e in chiave offensiva, ma anche i difetti sono emersi in misura rilevante. Dobbiamo imparare ad avere maggiore continuità di rendimento, senza incappare in quei pericolosi cali di concentrazione che ci stanno tuttora complicando la vita”. Sul prossimo duello con i modenesi: “Anche se loro hanno 9 punti in meno rispetto a noi, i biancorossi provengono da 5 gare senza perdere. Noi sapremo mantenere l’atteggiamento giusto, senza sottovalutare gli avversari nemmeno per un istante: si tratta del modo migliore per inseguire con efficacia la seconda vittoria di fila”

PATERLINI

Filippo Paterlini, difensore della Folgore Rubiera Juniores

Il significativo successo di sabato scorso, 2-4 sul difficile campo del Maranello, ha sicuramente rilanciato le quotazioni della Folgore Rubiera Juniores nell’ambito dell’alta classifica: tuttavia, prima di mandare agli archivi il 2018 agonistico, i biancorossoblù sono attesi da due sfide casalinghe davvero di basilare importanza. La prima è in programma per sabato prossimo, 1° dicembre, al cospetto del Fiorano: il 15 dicembre sarà invece la volta del duello con la San Michelese, valevole per la prima giornata di ritorno. Entrambe le sfide si disputeranno sul terreno del “Valeriani”, con fischio d’inizio fissato per le ore 15.

“Proveniamo da un successo che ha messo in vetrina tutti i nostri pregi, ma anche i difetti – evidenzia il difensore rubierese Filippo Paterlini – Innanzitutto, siamo contraddistinti da uno spirito di squadra davvero formidabile: si tratta di una dote che ci permette di rialzare sùbito la testa nei momenti più difficili. Come sapete, il 17 novembre siamo incappati in una severa sconfitta sul campo del Castelvetro: un 3-0 che poteva davvero tagliare le gambe, anche sul piano mentale. Tuttavia, noi siamo riusciti a reagire con grinta e con un’autentica unità d’intenti: la battuta d’arresto ci è servita da lezione, per imparare dagli errori e per sviluppare un gioco sempre più efficace e propositivo. Il risultato di questo atteggiamento lo conoscete tutti: a Maranello abbiamo ottenuto un successo meritato e maiuscolo, sia sul piano del risultato sia sotto l’aspetto del gioco espresso”.

Continua a leggere

La Folgore Juniores vince di nuovo e sale al secondo posto: la vittoria di ieri sera contro la Casalgrandese è la quarta affermazione nelle ultime cinque gare

Folgore Juniores - mister Ognibene

Mister Marco Ognibene (al centro) durante gli allenamenti della Folgore Juniores

Nuova vittoria per la Folgore Rubiera Juniores, che sta assumendo una fisionomia sempre più efficace sia sul piano del gioco sia per quanto riguarda i risultati. Ieri sera, al “Valeriani”, si è giocato per l’ottava giornata del campionato regionale: la formazione allenata da Marco Ognibene ha avuto la meglio per 1-0 nell’atteso derby contro la Casalgrandese. Il gol-partita è stato messo a segno da Giacomo Parenti, che così ha portato a 3 le sue realizzazioni personali in questa stagione agonistica. Come da previsione, il successo sui biancoblù non si è affatto rivelato facile da ottenere: nonostante l’attuale ultimo posto, l’undici di Villalunga ha saputo concretizzare un gioco combattivo e contraddistinto da parecchia buona volontà. Ad ogni modo, la Folgore ha saputo imporsi sfruttando bene i visibili miglioramenti emersi nell’ultimo mese: per i rubieresi si tratta della quarta vittoria nelle ultime 5 gare, e sono numeri che la dicono lunga sulla qualità del cammino portato avanti dai biancorossoblù.

Continua a leggere

Folgore Juniores, domani a Villalunga il complesso confronto con la capolista Formigine Rosselli. Il difensore rubierese Serpetti: “La vittoria col Pavullo ha evidenziato confortanti miglioramenti da parte nostra. Siamo sulla strada giusta, ed è un cammino che non possiamo abbandonare proprio adesso: contro la prima della classe dovremo abbandonare ogni tipo di timore reverenziale, ma anche aumentare ulteriormente il ritmo e l’intensità di gioco”. Sugli obiettivi stagionali: “La sfida che ci attende darà indicazioni molto significative su quello che potrà essere il nostro ruolo in questo campionato”

SERPETTI

Samuele Serpetti, difensore della Folgore Rubiera Juniores

Corroborata dalla vittoria casalinga di sabato scorso, 2-1 contro il Pavullo, la Folgore Rubiera Juniores si sta preparando con rinnovata fiducia all’impegno in agenda domani. Peraltro, la compagine allenata da Marco Ognibene sarà protagonista di un duello che si prospetta tutt’altro che semplice: i nostri beniamini giocheranno sul sintetico “cav. Corradini” di Villalunga, per affrontare la capolista Formigine Rosselli Mutina. Fischio d’inizio alle ore 15: dirigerà il sig. Ciro Cozzolino, arbitro del Comitato di Reggio Emilia.

“Il successo contro il Pavullo può senza dubbio dirsi meritato – commenta il difensore rubierese Samuele Serpetti Al di là del risultato in sè, siamo stati capaci di evidenziare ulteriori e apprezzabili miglioramenti rispetto alla sconfitta rimediata a San Michele. I tre punti conquistati la scorsa settimana testimoniano ulteriormente che siamo sulla strada giusta, non solo dal punto di vista tecnico ma pure sotto l’aspetto del carattere: ora bisogna mantenere questa rotta, anche se all’orizzonte c’è una fra le trasferte più ostiche della stagione”.

Continua a leggere

Folgore Juniores, all’orizzonte c’è la prima sfida casalinga della stagione ufficiale. Domani al “Valeriani” arriva il Pavullo: rubieresi in cerca di riscatto dopo la sconfitta di San Michele. Capitan Paterlini: “Proveniamo da una sconfitta che non meritavamo, ma in questi giorni abbiamo continuato a lavorare con impegno e motivazione. Contro la formazione appenninica, la voglia di vincere sarà elemento determinante per fare la differenza: dovremo fornire una prova convincente a 360 gradi, senza sbavature”. Organico ancora incompleto per mister Ognibene: Serpetti squalificato, Comastri e Melli infortunati e Ardente indisponibile. In dubbio Sassi

PATERLINI

Filippo Paterlini, difensore e capitano della Folgore Rubiera Juniores

Domani il campionato Juniores regionale giungerà alla disputa della seconda giornata: la Folgore Rubiera sarà impegnata nel primo confronto casalingo della stagione ufficiale, e il chiaro obiettivo dei nostri beniamini sarà quello di rialzare sùbito la testa dopo la sconfitta di sabato scorso a San Michele (1-0). A partire dalle ore 15, la formazione allenata da Marco Ognibene riceverà al “Valeriani” il Pavullo: il confronto sarà diretto dal sig. Giuseppe Atzeni, arbitro del Comitato di Reggio Emilia.

“A mio parere, e non solo mio, il ko rimediato contro la San Michelese rappresenta una punizione ingiusta per noi – spiega il capitano rubierese Filippo Paterlini, appena tornato dopo la breve esperienza alla Casalgrandese – Chi ha seguito la partita conosce bene la vivacità della prova che abbiamo fornito: il carattere non è affatto mancato, e inoltre siamo riusciti a costruire manovre che senza dubbio hanno messo in difficoltà gli avversari. Tuttavia, a fare la differenza è stata la concretezza in chiave offensiva: noi non abbiamo saputo concretizzare le pregevoli occasioni da gol create, mentre i sassolesi hanno sfruttato al meglio quello che di fatto è stato il loro unico tiro in porta. Adesso non è affatto il caso di pianere, perchè il calcio è anche questo – rimarca il difensore classe 2000 – Dobbiamo solo ripartire da tutti i buoni spunti che abbiamo manifestato sei giorni fa, per arrivare a consolidare ulteriormente il nostro gioco già a partire dalla sfida di domani”.

Continua a leggere