Torneo Cavazzoli, domani si chiude la fase preliminare. Folgore Rubiera di scena al “Valeriani”: i biancorossoblù hanno gli ottavi di finale già in tasca, ma bisogna battere la Fidentina per ottenere il 1° posto nel girone. Capitan Blotta: “Nelle prime due gare abbiamo incontrato momenti difficili, ma siamo sempre riusciti a risolvere i problemi puntando in modo rilevante sulla nostra formidabile unità di intenti. Il nostro organico ha i numeri per arrivare lontano, ma bisogna pensare a una partita per volta. Il duello di domani rappresenta una vera prova di maturità, contro una squadra al nostro stesso livello: dovremo farci trovare pronti in ogni minimo dettaglio”

Folgore Juniores Cavazzoli

Foto di gruppo per la Folgore Rubiera Juniores di mister Marco Ognibene, attualmente impegnata nel 38° Torneo “Aldo Cavazzoli”

La Folgore Rubiera Juniores sta per giungere al termine del proprio percorso nella prima fase: parliamo ovviamente del 38° Torneo “Aldo Cavazzoli”, che domani sera 21 maggio manderà in archivio il programma del girone A. Per la seconda volta consecutiva, i biancorossoblù saranno impegnati sul terreno amico del “Valeriani”: a partire dalle ore 21, la compagine allenata da Marco Ognibene affronterà i pari età della Fidentina. Dal punto di vista della qualificazione, i giochi sono già fatti: entrambe le contendenti hanno infatti guadagnato la certezza matematica di accedere agli ottavi di finale, estromettendo le pur volenterose Sporting Cavriago e Virtus Libertas. Tuttavia, il confronto tra rubieresi e borghigiani avrà comunque un valore di assoluto rilievo: in palio c’è infatti l’assegnazione del primo posto nel raggruppamento, un traguardo che senza dubbio darebbe ancora più slancio alle ambizioni della Folgore.

Per ottenere il primato nel girone A, i nostri beniamini dovranno necessariamente vincere: un segno X non sarebbe sufficiente, perchè in caso di parità la Fidentina verrebbe premiata grazie alla migliore differenza reti (+4, mentre la Folgore è a +3).

BLOTTA SIMONE

Simone Blotta

“Di certo siamo partiti con un forte e ragionevole ottimismo, ma senza fare troppi proclami – osserva Simone Blotta, difensore nonchè capitano della Folgore Juniores di scena al “Cavazzoli” – Più nello specifico, siamo pienamente consapevoli delle buone potenzialità che ci caratterizzano come squadra. D’altro canto abbiamo una rosa che presenta un miscuglio tra giocatori Juniores e innesti dalla Prima squadra: di conseguenza siamo di fatto un organico nuovo, che si trova a dover collaudare e perfezionare i propri meccanismi di gioco nel giro di poco tempo. Comunque sia, fin qui il nostro bilancio è decisamente positivo – rimarca Blotta – Al di là della classifica che ci vede a punteggio pieno, per ora stiamo dando prova di avere sviluppato un consistente spirito di squadra. Come il nostro mister Ognibene ha adeguatamente sottolineato, sul piano del gioco potevamo fare meglio: sia con lo Sporting Cavriago, sia contro la Virtus Libertas. Pur affrontando squadre di livello provinciale, e quindi di un gradino inferiore rispetto a noi, i momenti di difficoltà non sono affatto mancati: in compenso siamo stati capaci di risolvere ogni problema puntando molto sull’unità d’intenti della squadra, e senza mai peccare di supponenza”.

Continua a leggere

Annunci

Eccellenza, calci di fine stagione per la Folgore Rubiera: domenica la trasferta contro la San Michelese. Il difensore biancorossoblù Simone Blotta: “Stiamo continuando a svolgere tre allenamenti a settimana, e ciò la dice lunga sull’atteggiamento che ci caratterizza in questo scorcio conclusivo dell’annata. Anche se abbiamo perso per strada qualche punto prezioso, il nostro percorso in campionato può già definirsi ampiamente positivo: ora proveremo fino in fondo a migliorare il piazzamento di classifica, perchè ciascuno di noi ci tiene moltissimo. In terra sassolese prevedo una partita di grande intensità: noi dovremo fare attenzione al loro gioco brillante e molto ordinato, senza dimenticare che anche il sintetico potrebbe portarci qualche insidia”. Sul futuro: “Se ce ne fosse la possibilità, sarei davvero lieto di proseguire la mia lunga esperienza rubierese”

blotta milos

Da sinistra, il difensore Simone Blotta e il fantasista Milos Malivojevic (foto pubblicata sul profilo Facebook di Blotta)

Calci di fine stagione per la Folgore Rubiera: dopo la pausa pasquale, domenica il campionato di Eccellenza riprenderà il proprio cammino con la disputa della penultima giornata. Come è noto, i nostri beniamini non hanno più degli specifici obiettivi di classifica: il 2° posto non è più raggiungibile, e nel contempo i biancorossoblù hanno messo la salvezza in cassaforte già da parecchio tempo. Ad ogni modo, la formazione di Alessandro Semeraro non ha affatto l’intenzione di mollare la presa: l’obiettivo preciso della Folgore è quello di puntare addirittura al 3° posto in classifica. All’orizzonte c’è la trasferta sul sintetico “Zanti” di San Michele dei Mucchietti: di fronte ci saranno ovviamente i padroni di casa della San Michelese, in un duello che avrà inizio alle ore 15,30. I biancoverdi d’oltre Secchia stazionano a quota 44 in classifica, e non hanno più problemi in ottica salvezza.

“Non pensiamo affatto a concederci delle vacanze anticipate, e nelle ultime gare lo abbiamo ampiamente dimostrato – evidenzia il difensore rubierese Simone Blotta – Come lo stesso mister Semeraro ha ribadito più volte, questa Folgore continuerà a macinare gioco e possibilmente vittorie fino all’ultimo istante della stagione. Ciascuno di noi ha la ferma intenzione di fare il meglio possibile fino all’ultimo, per una questione di gratificazione personale ma non solo. La realtà calcistica rubierese merita davvero tutto il nostro impegno: mi riferisco al pubblico, agli sponsor e alla compagine societaria, che anche in questa stagione ha compiuto grandi sforzi per vivere una stagione di alto livello. Dunque, noi non molleremo la presa: i panni della squadra-materasso non ci appartengono affatto, e continueremo a darne prova pure nelle prossime due sfide”. 

Continua a leggere

Eccellenza, Folgore Rubiera alla ricerca di un immediato riscatto dopo l’amaro ko casalingo con il Colorno: domenica la squadra di Semeraro sarà di scena sul campo del coriaceo Felino. Il capitano biancorossoblù Omar Dallari: “Proveniamo da una sconfitta che non rispecchia quanto visto in campo, ma da parte nostra non c’è nessuna amarezza legata al 2° posto. Mancano quattro giornate al termine, e noi siamo sesti con 45 punti: è una situazione per cui a inizio stagione avremmo firmato al volo. Ora, non abbiamo affatto la volontà di tirare i remi in barca: con la salvezza in cassaforte, siamo nello stato d’animo ideale per migliorare ancora il nostro piazzamento. In terra parmense spero di essere della partita, anche perchè all’andata avevo segnato: tuttavia, devo fare i conti con un fastidioso dolore al polpaccio”. Sul suo futuro agonistico: “Pensavo di smettere a 40 anni, ma continuerò almeno fino a 42. Se la società lo vorrà, sarei felice di proseguire la mia esperienza rubierese”

DALLARI OMAR

Omar Dallari, centrocampista nonchè capitano della Folgore Rubiera

La Folgore Rubiera sta lavorando a pieno ritmo per smaltire rapidamente la delusione di domenica scorsa: il riferimento è ovviamente alla Prima squadra, che quattro giorni fa ha rimediato una beffarda sconfitta interna ad opera del Colorno. Come è noto i parmensi si sono imposti per 3-4, realizzando il gol-vittoria proprio a tempo scaduto: un ko che suscita più di qualche amarezza, specie considerando che i nostri beniamini erano riusciti a portarsi in vantaggio sul 2-0.
Ad ogni modo, ora non è certo il momento di perdere tempo con i rimpianti: all’orizzonte c’è infatti una nuova avversaria d’oltre Enza, e i biancorossoblù hanno tutta l’intenzione di trovare un immediato e tangibile riscatto. Domenica prossima, 7 aprile, la squadra di mister Semeraro sarà di scena al “Bonfanti” di Felino contro i rossoblù di casa: il duello sarà valevole per la 31esima giornata di Eccellenza, ovviamente girone A.

“Di certo, il ko contro il Colorno ci punisce in misura tanto eccessiva quanto ingiusta – evidenzia Omar Dallari, centrocampista e capitano della Folgore Rubiera – Purtroppo, però, anche la scorsa domenica sono emerse le nostre pecche per quanto riguarda la gestione del risultato. Come sapete, io non sono sceso in campo causa squalifica: ero comunque in tribuna, e ho seguito la partita nel minimo dettaglio. Dopo aver maturato il doppio vantaggio, la Folgore ha avuto una decina di minuti di sbandamento che alla fine sono costati davvero cari: non a caso, è proprio in quel lasso di tempo che i gialloverdi sono riusciti a portarsi sul 2-2. La nostra squadra si è rilassata un po’ troppo, subendo così due reti che sono risultate determinanti ai fini del punteggio finale”.

Continua a leggere

Eccellenza, una Folgore che viaggia sulle ali dell’entusiasmo si prepara a ospitare il Colorno: appuntamento per domenica al “Valeriani”. Il difensore rubierese Francesco Tognetti: “Proveniamo da un blitz beneaugurante, che costituisce anche una bella prova di carattere. Contro i parmensi dovremo fare ancora una volta gli straordinari, ma abbiamo la concretezza e il temperamento che servono per provare a piazzare una nuova sinfonia vincente. Il secondo posto è ormai difficilmente raggiungibile, ma non è ancora tempo di vacanze: nelle prossime 5 partite, avremo il compito di confermarci in quell’alta classifica che senza dubbio meritiamo”

TOGNETTI Francesco

Francesco Tognetti, difensore della Folgore Rubiera

Galvanizzata in misura ulteriore dal successo di domenica scorsa, 2-3 sul campo dell’Agazzanese, la Folgore Rubiera si appresta a tornare in campo con il chiaro obiettivo di vivere un finale di stagione all’insegna di gol e vittorie. Ovviamente il compito che attende i nostri beniamini non è affatto semplice, specie considerando la caratura delle avversarie in agenda: d’altro canto, la squadra di mister Semeraro dispone dello slancio e delle qualità tecniche necessarie per continuare a conquistare applausi.

Domenica pomeriggio, 31 marzo, i biancorossoblù saranno di scena allo stadio “Valeriani” contro il Colorno: un vero e proprio scontro di alta classifica, molto atteso da ambo le parti. Attenzione al nuovo orario d’inizio: con l’avvento dell’ora legale, che scatterà nella notte tra sabato e domenica, la sfida avrà inizio alle ore 15,30. Il confronto sarà valevole per la 30esima giornata di Eccellenza, che rappresenta anche il quintultimo turno.

“Ad Agazzano siamo riusciti a costruire un blitz che riveste un peso specifico davvero di rilievo, specie considerando il modo in cui è arrivato – spiega il difensore Francesco Tognetti, senza dubbio tra gli elementi più esperti della Folgore Rubiera – Come è noto, ci siamo presentati con una squadra a dir poco decimata dalle assenze: nonostante ciò, abbiamo fornito una prova accorta e di grande impatto in ogni zona del campo. Peraltro, ritengo che la vittoria sull’Agazzanese rispecchi bene anche il carattere che contraddistingue questa Folgore: quando siamo andati in svantaggio sarebbe stato facile farsi prendere dallo sconforto, e invece abbiamo tenuto un atteggiamento esattamente opposto. La nostra azione non si è affatto interrotta, tutt’altro: abbiamo continuato a macinare gioco con tenacia e attenzione, ricevendone poi un giusto premio grazie alla doppietta di Rinieri e al gol di Porrini”.

Continua a leggere

Eccellenza, domenica una Folgore Rubiera in versione decimata sarà di scena sul campo dell’Agazzanese: all’orizzonte c’è la sfida contro la seconda della classe. Il centrocampista biancorossoblù Fabio Agrillo: “Lo 0-0 con la Correggese è in parte una delusione, perchè avremmo meritato l’intera posta in palio. Tuttavia si tratta comunque di un pareggio di valore, che ci deve dare rinnovato slancio in vista delle ultime 6 partite. In terra piacentina le motivazioni non mancheranno affatto: nella mia e nostra visione, tra il 4° e il 7° posto c’è una bella differenza. Purtroppo Semeraro dovrà fronteggiare tanti forfait, tra cui anche il mio: d’altro canto, chi scenderà in campo darà il 150%”

agrillo-fabio.jpg

Fabio Agrillo, navigato centrocampista della Folgore Rubiera

La Folgore Rubiera di mister Semeraro è al lavoro in vista della trasferta piacentina in programma per domenica, 24 marzo: in occasione del 29° turno di Eccellenza, i nostri beniamini saranno impegnati al “Baldini” di Agazzano, contro i coriacei padroni di casa che sono ancora in piena lotta per accedere ai play off nazionali. Il fischio d’inizio è fissato alle ore 14.30, per l’ultima volta in questa stagione agonistica: a partire dal 31 marzo, infatti, il via delle gare sarà posticipato di un’ora.

“Siamo in arrivo da un pareggio che si presta a una doppia chiave di lettura – esordisce il centrocampista rubierese Fabio Agrillo Da un lato si tratta di una grande delusione: senza dubbio avremmo meritato di conquistare l’intera posta in palio, infliggendo alla Correggese quella che sarebbe stata la prima sconfitta stagionale. Chi ha seguito la partita conosce bene il livello su cui ci siamo espressi: abbiamo manifestato grande vivacità in ogni zona del campo, creando peraltro una quantità di occasioni da gol decisamente superiore rispetto ai biancorossi. Purtroppo, come già accaduto altre volte in questo campionato, ci è mancato quel guizzo di concretezza in più che ci avrebbe permesso di piazzare l’impresa”.

Continua a leggere

La Folgore Rubiera è attesa da un fine settimana di grande intensità. In Eccellenza, domenica la formazione di Semeraro riceverà il Castelvetro. Simone Blotta: “I tre punti ottenuti con il Campagnola hanno un valore molto elevato. I biancoazzurri hanno lavorato molto bene sul mercato invernale, ma noi saremo animati da una forte dose di motivazioni. Anche se saremo rimaneggiati, abbiamo tutta l’intenzione di cogliere tre punti che ci porterebbero a un passo dall’assoluta certezza di salvarci: inoltre, puntiamo a un tangibile riscatto dopo il ko che i modenesi ci hanno inflitto all’andata”. La Juniores giocherà invece domani: pesanti assenze anche per mister Ognibene, nel derby del Secchia contro la Casalgrandese

blotta per sito

Simone Blotta, difensore della Folgore Rubiera di Eccellenza

La Folgore Rubiera di Eccellenza si appresta a tornare nuovamente in campo, per la terza volta nel giro di appena sette giorni: domenica pomeriggio, dalle ore 14.30, i nostri beniamini saranno di scena al “Valeriani” per disputare il duello contro il Castelvetro. La sfida, giova ricordarlo, rientra nel programma della 25esima giornata: l’incontro sarà arbitrato dal sig. Gianmarco Guidetti di Ravenna, coadiuvato dagli assistenti sigg. ​Fabio Sirna di Bologna e Matteo Giacomoni di Cesena.

Entrambe le formazioni viaggeranno sulle ali dell’entusiasmo: ambedue le squadre provengono infatti da risultati davvero positivi. Come è noto, mercoledì sera la Folgore ha avuto la meglio per 1-4 nella trasferta contro il Campagnola: domenica scorsa, invece, il Castelvetro è riuscito a centrare una vittoria casalinga contro l’Agazzanese seconda della classe (3-2 il punteggio finale).

“L’affermazione che abbiamo ottenuto di ieri l’altro è di quelle che valgono parecchio – commenta il difensore rubierese Simone Blotta – Adesso il Campagnola staziona in zona play out, ma ciò non significa affatto che affrontare i rosanero sia un compito semplice: al contrario, la compagine della Bassa ha senza dubbio i mezzi che servono per mirare a piazzamenti di graduatoria ben più elevati. Noi siamo riusciti ad avere la meglio disputando una prova contraddistinta da grinta e sagacia, fin dalle battute iniziali dell’incontro: l’unica nota negativa, se così la possiamo definire, è rappresentata dal gol del momentaneo svantaggio che abbiamo subìto in avvio di gara. Anche se abbiamo iniziato la sfida con il piede giusto, il grande ex di turno Sasà Greco è stato molto abile nel trovare lo spunto che serviva per colpirci – rimarca Blotta – Ritrovare il bandolo della matassa dopo un gol preso così “a freddo” non era per niente un compito facile: tuttavia noi abbiamo saputo riprendere con brillantezza le redini dell’incontro, grazie all’ottima reazione che siamo stati capaci di manifestare sia tecnicamente sia caratterialmente”.

Continua a leggere

Eccellenza, la Folgore Rubiera deve fare attenzione agli artigli dei “Gatti”: domenica la trasferta sul sintetico del Fiorano. Marko Malivojevic: “Proveniamo da un pari che si presta a due chiavi di lettura, entrambe veritiere. C’è soddisfazione per il livello della nostra prova, sotto ogni punto di vista: non manca però una punta di rammarico, perchè avremmo meritato l’intera posta in palio. Ad ogni modo, nessuna disperazione: continuando a esprimerci come stiamo facendo, sono certo che il ritorno alla vittoria non sia per niente lontano. Dobbiamo solo recuperare un po’ di fortuna, acquisendo anche un pizzico di mira in più per quel che riguarda la fase offensiva”. Sulle condizioni fisiche: “Il risentimento muscolare è ormai superato, sono all’80% della forma e presto tornerò al meglio”

malivojevic marko

Marko Malivojevic, attaccante della Folgore Rubiera

Ancora tre tappe prima delle vacanze natalizie: il campionato di Eccellenza sta per dare inizio al trittico di sfide che concluderanno sia il 2018 agonistico, sia il programma della fase di andata. Per quanto riguarda più nello specifico la Folgore Rubiera, l’agenda del fine settimana prevede un singolare doppio confronto con il Fiorano: sabato i due club si affronteranno al “Valeriani” nell’ambito degli Juniores regionali, mentre domenica la Prima squadra di mister Alessandro Semeraro si recherà in terra modenese. In quest’ultimo caso, l’appuntamento sarà sul sintetico “Ferrari” di piazza dei Ciliegi, ovviamente a Fiorano: il duello sarà valevole per il 15° turno di Eccellenza, e l’orario d’inizio ha subìto una variazione rispetto al consueto. A causa di alcune esigenze organizzative legate all’utilizzo del campo, il “via” della sfida è stato posticipato alle ore 15.

In questa trasferta d’oltre Secchia, Semeraro potrà contare anche su Marko Malivojevic: l’attaccante classe ’95 ha ormai risolto i recenti problemi legati a un fastidioso risentimento muscolare. “Ho ripreso ad allenarmi venerdì scorso, ottenendo riscontri incoraggianti – spiega il diretto interessato – Poi, come sapete, domenica scorsa è finalmente avvenuto il mio rientro ufficiale in campo: contro il Felino ho giocato soltanto nei minuti finali, ma si tratta comunque di una tappa molto significativa nel percorso che porta a ritrovare la migliore condizione fisica. Adesso non sono ancora al meglio, ma la strada è quella giusta: adesso mi sento all’ 80% della forma, e le prospettive per tornare al massimo nel giro di breve tempo ci sono davvero tutte”.

Continua a leggere

Eccellenza, dopodomani la Folgore ospiterà il Felino quarto della classe. Il centrocampista rubierese Milos Malivojevic: “Abbiamo un potenziale di buon livello, e le amarezze delle ultime quattro partite non possono bastare per cancellarlo. In questi giorni stiamo vivendo una sorta di malumore positivo, uno stato d’animo che ci aiuta a sviluppare ulteriori energie fisiche e mentali per reagire alle ultime quattro sconfitte. Contro i parmensi dobbiamo mantenere questo atteggiamento propositivo e combattivo, pur nella piena consapevolezza delle difficoltà che incontreremo: l’alta classifica dei rossoblù non è affatto una sorpresa, e per giunta loro hanno una difesa coriacea ed efficiente proprio come la nostra. La classifica? Dobbiamo pensare al campo”

Milos Malivojevic 2

Milos Malivojevic

Le cifre novembrine non sono affatto amiche della Folgore Rubiera: il bilancio delle quattro partite disputate questo mese parla infatti di zero vittorie e di zero gol segnati. Il riferimento è ovviamente alla Prima squadra, che ora si appresta a tornare in campo per la quattordicesima giornata: domenica allo stadio “Valeriani” i nostri beniamini ospiteranno il neopromosso Felino, realtà che è stata capace di passare dalla Prima Categoria all’Eccellenza nel giro di soli due anni. Il confronto avrà inizio al consueto orario delle 14.30: arbitrerà il sig. Simone Baiocchi di Rimini, coadiuvato dagli assistenti sigg. Riccardo Tozzi e Federico Pasotti entrambi di Imola.

“I soli numeri non sono sufficienti per raccontare il nostro rendimento durante le ultime quattro gare – sottolinea il centrocampista offensivo rubierese Milos Malivojevic In settimana il dirigente Tagliavini ha già puntualizzato questo aspetto: adesso, in vista della sfida di domenica, credo proprio che sia il caso di ribadirlo. Osservando il modo in cui ci siamo espressi, questo digiuno di punti può dirsi ampiamente immeritato: ci può stare la battuta d’arresto con la fuoriserie Correggese, ma la qualità che abbiamo messo in campo nelle altre partite non è stata premiata nel modo giusto”.

Continua a leggere